C’è grande attesa per la manifestazione riservata all’ex Challenge di Zona.
Attesi tanti piloti veronesi e non che daranno sicuramente vita ad una sfida entusiasmante.

La vera anima del XXXIV Rally Due Valli 2016 sarà anche la validità a Campionato Regionale Rally. Oltre al blasonato CIR, con la sfida finale per lo scettro di Campione Italiano, il rally veronese sarà anche teatro, come di consueto, della sfida tra i piloti locali e non partecipanti al CRR.

Dopo la vittoria della Peugeot 208 R2 del cuneese Simone Giordano nel 2015 e l’affermazione del trentino Daniele Tabarelli nel 2014 con la Mitsubishi Lancer, la sfida quest’anno si preannuncia davvero interessante. Difficile fare pronostici con le iscrizioni ancora aperte, ma è sicuro che i piloti veronesi, nella gara di casa, cercheranno di vendere cara la pelle dopo un paio di edizioni in cui per un episodio o per l’altro hanno dovuto rinunciare alla coppa più prestigiosa.

Il percorso sarà particolarmente interessante. Partenza da Piazza Bra nella serata di venerdì 14 ottobre per affrontare la SSS1 ŠKODA Torricelle come secondo evento sul percorso. Aprirà l’11° Rally Due Valli Historic dalle ore 20:00 (in ordine invertito) seguito appunto dal XXXIV Rally Due Valli CRR in ordine invertito. Questo significa che i primi equipaggi del CRR transiteranno sulla prova pochi minuti prima del Campionato Italiano Rally, nel momento più intenso dell’intera serata. Una bella vetrina e una calorosa cornice di pubblico anche per il Campionato Regionale Rally, considerato che la prova sarà trasmessa in diretta da TeleArena.

Sabato 15 ottobre la tappa principale, con otto prove cronometrate tutte nella zona ad est di Verona. Aprirà la PS “Roncà” veloce, sinuosa in misto salita e discesa, molto tecnica e sicuramente insidiosa. Il CRR non ha mai corso su queste strade, quindi la sfida sarà particolarmente interessante, anche perché solo su questa prova i concorrenti dovranno confrontarsi per ben tre passaggi. Seguirà la temuta PS “Ca’ del Diaolo”, prova simbolo del Due Valli che in questa edizione si correrà con la bella salita dalla valle di San Giovanni Ilarione sino a Vestenavecchia e il difficile jump che già ha colto in fallo qualche ottimo piede pesante. Terza prova la PS “Santissima Trinità”, speciale storica del Due Valli nella sua conformazione più completa, con arrivo a San Valentino.

I concorrenti del CRR che riusciranno ad uscire indenni dagli oltre 93km di prove speciali si potranno regalare anche un’altra grossa emozione: l’arrivo in Piazza Bra. Per motivi logistici, nelle due edizioni precedenti, i contendenti dell’ex Challenge di Zona hanno celebrato il vincitore a Castelvecchio. Quest’anno sarà invece l’armoniosa linea dell’Arena ad accogliere i piloti e i navigatori che giungeranno sul traguardo.

A chiudere la manifestazione, dalle ore 22:00 circa di sabato 15 ottobre, le premiazioni ufficiali che saranno ospitate all’interno della tensostruttura del Rally Due Valli Village al Parcheggio P3 di Veronafiere.