L’11° Rally Due Valli Historic aprirà la Super Prova Speciale di apertura e disputerà poi due tappe.

L’11° Rally Due Valli Historic e il 6° Due Valli Classic scaldano i motori per la grande sfida di prossimi 13, 14, 15 e 16 ottobre, quando Verona diventerà la capitale dell’automobilismo sportivo italiano per un weekend.

Dopo la bella edizione di Illasi dello scorso anno, l’11° Rally Due Valli Historic, valido per il Campionato Italiano Rally Auto Storiche, tornerà a corrersi assieme al XXXIV Rally Due Valli (riservato alle vetture moderne) e ad avere come logistica Verona e fulcro nella centralissima Piazza Bra, cuore architettonico e scenografico di Verona, con partenza e arrivo. Per valorizzare ancora di più la manifestazione, il Comitato Organizzatore Aci Verona Sport ha deciso che sarà proprio il CIRAS ad aprire il lungo weekend di gara, essendo la prima manifestazione ad affrontare i quasi 3km della SSS1 ŠKODA Torricelle.

Venerdì 14 ottobre, dopo la partenza da Piazza Bra, i concorrenti del Rally Due Valli Historic si sfideranno quindi sulla prova prologo in notturna a ridosso del centro città, partendo in ordine inverso. Questa decisione è stata presa per esigenze televisive, in quanto TeleArena, che seguirà in diretta la prova speciale, avrà quindi la possibilità di trasmettere live il passaggio di buona parte dei concorrenti partecipanti all’ultimo atto del CIRAS.

Ma questo sarà solo l’aperitivo, perché l’11° Rally Due Valli Historic dovrà disputare oltre 141km di prove speciali. Dopo l’antipasto del venerdì, sabato 15 ottobre i concorrenti disputeranno sei prove speciali, tre da ripetere per due volte. Aprirà la PS “Roncà” veloce, sinuosa in misto salita e discesa, molto tecnica e sicuramente insidiosa. Seguirà la temuta PS “Ca’ del Diaolo”, prova simbolo del Due Valli che in questa edizione si correrà con la bella salita dalla valle di San Giovanni Ilarione sino a Vestenavecchia e il difficile jump che già ha colto in fallo qualche ottimo piede pesante. Terza prova la PS “Santissima Trinità”, speciale storica del Due Valli nella sua conformazione più completa, con arrivo a San Valentino.

Domenica 16 ottobre altre tre prove speciali, le più lunghe, con la doppia ripetizione della PS “San Francesco” particolarmente difficile soprattutto nella discesa finale verso la Valsquaranto, e un passaggio sugli oltre 20km della PS “Erbezzo”, sviluppata nel cuore della Lessinia. Dopo questa lunga e appassionante sfida, i concorrenti concluderanno in Piazza Bra, all’ombra dell’Arena, dove arriveranno a partire dalle ore 14:30.

Difficile fare pronostici con le iscrizioni ancora aperte, ma con i nuovi regolamenti sarà un’interessante sfida tra le veloci e brutali Gruppo B, come la Lancia Rally 037, le Audi Quattro o le rombanti Porsche e le performanti Gruppo A dei primi anni Novanta, come le superbe Lancia Delta o la nuovissima Subaru Legacy che si è vista in prima uscita al recente Rally dell’Elba.